il trauma

ad  Agosto di anno scorso quando tornammo dalla Norvegia la mamma aveva smarrito il passaporto e quando eravamo già tornati a casa la mamma si  accorse di non avere più il passaporto allora la mamma telefonò alla zia Susanna  che lavora presso l'aeroporto  di Peretola per dirle che aveva perso il suo passaporto la zia Susanna  le disse lo porto a casa della mia mamma così lo ritroverai più facilmente  il giorno   seguente io e la mamma prendemmo l'auto bus per andare a casa della zia Giuseppina a prendere il passaporto della mamma
quando  siamo arrivati a casa della zia Giuseppina siamo entrati dentro casa la canina ci ha fatto le feste  come se ci conoscesse da sempre e non ci ha nemmeno abbaiato contro  anzi la mamma mi disse Alessio mettiti seduto a terra voglio vedere come reagisce la canina ai tuoi occhiali la Baffina di fronte agli occhiali non emise nemmeno un fiato e si sdraiò in terra a canto alle mie gambe e mi seguiva da per tutto  le chiesi zia perchè la Baffina mi segue da per tutto lei mi spiegò che la Baffina viene dalla Romania e l'avevano separata dalla sua mamma quando era molto piccola
e l'avevano portata in Italia illegalmente io promisi alla Baffina di proteggerla dai suoi aguzzini  da allora è passato un'anno
ma sono convinto che lei  non  si è scordata di me
spero di rivederla presto
Alessio
Pieri
per
blog
12
 settembre
019               

Per poter commentare gli articoli occorre registrarsi. Dalla pagina principale cliccare su "REGISTRATI" e attendere di essere accreditati. Grazie

template joomlatemplate joomla gratis
2019  sebastianoatuttospiano.com